In trasferta.

Codognè, cittadina veneta il cui nome deriva da ‘cotogna’, e proprio alla mela cotogna è dedicato il mercatino bellissimo che si concentra lungo la via principale del paese. La gara di mtb si sviluppa nel parco cittadino accanto al mercatino suddetto. Il parco presenta una collinetta (la mutera appunto) che corrisponde all’ostacolo più ostico della competizione ciclistica, riservato però alle sole categorie G5 e G6.

Si gareggia di pomeriggio alle 13.30 in una giornata splendida di sole, i partenti sono 308…il numero ci fa pensare che il tutto potrebbe terminare alle 8.00 di sera, invece nonostante le numerose batterie di ciclisti le cose filano lisce e veloci e l’ultima gara si svolge intorno alle 16.00. Dal Friuli Venezia Giulia siamo arrivati davvero in tanti: 10 nero-arancio, ma anche Jams’ bike, Cycling Team Friuli, Acido Lattico, Team Granzon, Sacilese e Bandiziol. Tutti i conterranei hanno contribuito con i loro super risultati a far brillare l’Aquila dorata della nostra regione. Bando ai sentimentalismi e vediamo che tipo di percorso aspetta i nostri atleti.

Per i più piccoli sono poche le difficoltà tecniche, una discesetta e poco più su un tratto a prato fettucciato, i nostri G1 Gioele (11°) e Riccardo dimostrano buone abilità ed il solito rosso di Capriva mette tutti dietro! Passiamo direttamente ai concorrenti nero arancio della categoria G4 e qui ritroviamo insieme Filippo (13°), Tommaso (6°), Simone e Patrizio. Il percorso si fa più impegnativo, ma divertente poiché arricchito da drops, salti, salita e discesa (ponte artificiale) e superamento dei tronchi a terra. Da subito la gara si infiamma fra un corridore veneto e due friulani, Simone che riesce a sorpassarlo a destra e Patrizio che tenterà più volte il sorpasso, ma senza riuscire a causa di parecchie chiusure da parte dell’ avversario. Podio per i due nostri atleti con Simo 1° e Pat 3°.

Categoria G5 e G6 femminile fanno gara a sé, in totale sono 18, si fa la mutera!!. Bianca parte un po’ svantaggiata in ultima fila, patendo all’inizio il freno di alcune avversarie più lente, ma una volta superate va ad involarsi, coda al vento, verso la vittoria di categoria ed un buon 4° posto assoluto. I G5 che si battono per il Pedale Manzanese sono oggi Luca e Filippo (15°).Partono dietrissimo anche loro, Filippo rimane un po’ imbottigliato e fa un pochino di fatica sulla mutera, ma conduce una buona gara; Luca fa una rimonta davvero strepitosa, si arrende solo alla fine un po’ stanco, ma si classifica 3°.

Siamo alle battute finali e Samuele è il nostro unico G6, ha la fortuna di partire in prima fila, ma anche il merito di avere una buona gamba. In salita sulla temibile collinetta cerca di stare al passo con i primi, ma se avesse usato una marcia più agile forse…”del senno di poi son piene le fosse” i risultati sarebbero stati ancor più gratificanti, quindi accontentiamoci, si fa per dire, di un super 5° posto. Il tempo è passato abbastanza veloce, era una gara bella da vedere sotto molto aspetti, il mercatino era piacevole, inoltre i salami affettati sotto al gazebo hanno sicuramente aiutato… l’attesa.

Tutti hanno ricevuto la medaglia di partecipazione, ma solamente i primi classificati di ogni batteria hanno ricevuto ulteriore medaglia. Per le classifiche di società qui, al di là del Tagliamento, si tiene conto solamente del numero dei partecipanti, altrimenti considerando i punti ottenuti con i risultati, il podio non ce lo avrebbe tolto nessuno!!!. A presto.