Le  complicazioni legate al COVID per l'organizzazione di un evento sicuro sotto il profilo sanitario,  sono state  numerose: per tutti i partecipanti, accompagnatori ed organizzatori sono state pre-registrate le presenze, raccolte le autodichiarazioni COVID, è stata rilevata la temperatura, le superfici sono state suddivise in zone distinte con accessi sorvegliati come da protocolli FCI, in modo da assicurare a tutti spazi sufficienti a garantire il distanziamento interpersonale, etc. etc..
Ma queste complicazioni sono state anche alla base del successo della manifestazione: pochi sono coloro che si assumono l'onere delle organizzazioni in questo periodo e ciò ha fatto si che a Manzano giungessero giovani atleti da ogni dove: da Avigliana (TO), fino a Sebenico (Croazia), dall'Alta Austria alla Slovenia, dando vita ad un vero e proprio evento internazionale, con giovani atleti di grande caratura.
Gli iscritti alla categoria esordienti sono stati 89, contro i 148 della categoria esordienti, di cui in buon terzo da oltre confine.
 
Al termine della giornata, i numerosissimi apprezzamenti ricevuti dai partecipanti ci hanno ripagato da tutti gli sforzi e dalle notti insonni..
Mai come questa volta per l'evento dobbiamo ringraziare l'Amministrazione Comunale che, intervenendo con il suo sostegno a 360 gradi (morale, economico, e operativo con la sistemazione della zona di arrivo), ha fermamente creduto nell'opportunità di  inviare a tutti questo grande segnale di ripresa; senza questo supporto quest'anno non si sarebbe potuto fare nulla.
Un grande ringraziamento anche agli Amici del Comitato Festeggiamenti San Nicolò, che oltre ai bellissimi spazi, hanno messo a disposizione anche il loro aiuto e la loro cortesia, alla Polizia comunale per la gentilezza e per il supporto operativo.
Un enorme grazie va poi a tutti gli amici del Pedale Manzanese (Amatori, Genitori, Amici) che si sono prodigati senza risparmiarsi mettendo a disposizione, tempo, mezzi e risorse per far si che tutto filasse per il migliore dei modi.
Infine un grazie di cuore a tutte le Società che hanno voluto onorarci con la loro presenza ed ai lori bravi atleti che hanno dato una prova di come ripartire sia non solo possibile, ma doveroso.