Anche quest’anno Bianca ha deciso di cimentarsi in una gara in discesa. Gara abbastanza complessa, per coraggiosi con nervi saldi e precisini.La pista da sci d’erba oramai non più utilizzata (e purtroppo nemmeno lo skilift….durissimo riportare su le bici alla partenza) ospita tanti ciclisti più o meno esperti ad affrontare un terreno duro scivoloso con curve in contropendenza, salti, paraboliche in legno e salto finale che sembrava di arrivare direttamente nel golfo di Trieste!

Buon tempo per la nostra biker.

 

Due note di demerito per la bella competizione: troppa bora (e nessuno ci può far nulla)!!

E troppo tardi classifiche e premiazioni!! (in tal caso si sarebbe potuto fare di meglio).